testo di Lucy R. Lippard

Inaugurazione
, ore 16:00 - 23:00
Durata
20 settembre - 3 novembre 2024
Martedì - Sabato (15:00 - 19:00)
Mattino su appuntamento

Siamo lieti di presentare HABITAT. Lo spazio relazionale dell’essere, la seconda edizione di Post Scriptum, il format attraverso il quale la Galleria Simóndi ogni settembre apre la sua stagione espositiva. La mostra collettiva, curata dalla galleria in collaborazione con Marguerite Kahrl, esplora le reti visibili e invisibili che circondano e collegano i sistemi viventi della nostra società aprendo un’ampia riflessione su tematiche che spaziano dall’architettura, alla bioedilizia, allo studio di ecosistemi e nuove forme abitative. 

HABITAT. Lo spazio relazionale dell’essere suggerisce e promuove strategie e buone pratiche per una visione futura più inclusiva e relazionale, spingendoci oltre i limiti spesso imposti dalla società, dallo spazio e dal corpo che abitiamo. Oltre a Marguerite Kahrl (Beverly, Massachusetts - 1966), gli artisti invitati a partecipare sono: Alessandro Manfrin (Savigliano, Italia - 1997), Marjetica Potrč (Ljubljana, Slovenia - 1953), Eugenio Tibaldi (Cuneo, Italia - 1977).

La mostra HABITAT. Lo spazio relazionale dell’essere è realizzata in collaborazione con le gallerie Gian Marco Casini (Livorno), Umberto Di Marino (Napoli) e Galerie Nordenhake (Berlino, Stoccolma, Città del Messico). Si ringraziano per aver contribuito a questa seconda edizione Karin Fink, geografa e relational designer; Lucy R. Lippard, scrittrice, attivista e autrice d’arte; John Thackara, autore e curatore; e l'associazione culturale Messy Lab, Collettivo di Ceramica.